top of page
  • Dott.ssa Emilia Beani

Rinunciare alla separazione per non far soffrire i figli: giusto o sbagliato?


SEPARAZIONE CON FIGLI: SI O NO?

Quando un rapporto di coppia, con figli, non funziona più, diventa faticoso o stanco, ci troviamo davanti ad un bivio molto difficile: meglio separarsi o rimanere in sieme per i figli? Da un lato, la tentazione di rompere la relazione si scontra pesantemente con la responsabilità di essere genitori.

PARTNER O GENITORE?

E' bene decidere come partner o come genitore? La risposta non è la stessa per tutti, ogni coppia ha la sua storia. Decidendo come genitore, rispondendo all'appello della nostra responsabilità, avvertiamo un senso di ingiustizia e di impotenza che si scontra con la nostra felicità. Oggigiorno le coppie si separano quando la vita di coppia, scusate il giro di parole, è infelice. Le coppie che decidono di rimanere insieme per i figli, e quindi ripartire insieme dai figli, sono partner che hanno una visione che va oltre la coppia stessa. Pensano di poter ricostruire il loro rapporto di coppia, già compromesso, attaccandosi al bene comune, cioè i figli. Ma questa è una tipologia di coppia in diminuzione ormai, proprio perché il benessere tra i partner è considerato fondamentale per la stabilità di tutta la famiglia.

RESTARE INSIEME PER I FIGLI: GIUSTO O SBAGLIATO?

E' possibile stare insieme solo per i figli? Nella mia esperienza professionale non credo che si possa stare insieme solo per figli e rassegnarsi ad una triste sopportazione reciproca. Credo però che i figli, che entrambi i genitori amano e da loro amati, siano un motivo forte per provare a ricucire il rapporto. Sicuramente, anzi direi doveroso, l'amore che si prova per i figli dovrebbe aiutare a non abbandonare la scena prima del tempo. Tutto questo non per resistere con atteggiamento vittimistico e rancoroso, ma per vivere la crisi come un'opportunità. Occorre molto impegno, fatica nel mettersi in gioco, ma è possibile. Per capire cosa fare bisogna riuscire a valutare la propria situazione familiare e di coppia con obiettività e serenità, magari anche con l'aiuto di un professionista. La priorità non deve essere restare insieme, ma permettere ai figli di crescere sereni. Bisogna fare attenzione che il "bene" dei figli non diventi un alibi, una scusa per non accettare un fallimento, per non compiere un salto verso l'ignoto, a cui sono legate difficoltà e paure di ogni tipo, responsabilità, sensi di colpa, giudizi degli altri. Forse può aiutare chiedersi cosa renderebbe orgogliosi i nostri figli di noi e quali valori e quali modelli di relazioni di coppia e di famiglia vorremmo trasmettere loro.

SEPARAZIONE INEVITABILE: MANTENERE LA SERENITA' DEI FIGLI

Se invece, la comunicazione tra i genitori è assente o, peggio, violenta, se invece del caldo degli abbracci e dei baci scende il gelo dell'indifferenza, se non si riescono a tenere i figli fuori da scenate e discussioni, se il clima è sempre teso o non ci si ama più? Se la separazione dovesse risultare inevitabile, due cose sono importanti: mantenere il rispetto per il coniuge e non sminuire il dolore dei figli. I figli dovrebbero essere garantiti da un "patto genitoriale" tra adulti responsabili, che va mantenuto sempre e comunque e che comporta la capacità di rispettare nell'altro un genitore che il figlio ha diritto/dovere di amare. E' importante invece spiegare bene ai figli cos'è la separazione e insistere sul fatto che loro non sono stati in nessun modo la causa scatenante della fine del loro amore. Non si è più coppia ma si è genitori per sempre.

SEPRAZIONE CON FIGLI: UNA COPPIA PER LA COPPIA

Per prenotare un colloquio informativo gratuito presso il Centro Noi@Psiche, a Lavagna, potete fissare un appuntamento mandando un sms oppure telefonando al cell. 339 2204140 oppure una email all'indirizzo unacoppiaperlacoppia@gmail.com

1.337 visualizzazioni0 commenti

Una Coppia​ per la Coppia

Dott. Luciano Rombi e Dott.ssa Emilia Beani

Coppia nella vita e nella professione
per sostenere Coppie e Genitori in difficoltà

bottom of page